Nuovi titoli sull’anzianità 4/2019

Presentiamo ogni trimestre le ultime novità sul tema dell’anzianità. I titoli più rilevanti sono scelti da Rita Pezzati e integrati con consigli su altri articoli, libri, e-book, DVD e CD. Potete accedere a tutti i titoli dell’ultimo trimestre, classificati per ambiti tematici.

Non volete perdervi le ultime novità? Abbonatevi al servizio d’informazione sulle nuove pubblicazioni.

Selezione di Rita Pezzati

Psicologa-psicoterapeuta, professoressa SUPSI in psicologia dell’invecchiamento, membro del comitato Alzheimer ticinese, presidente di GINCO (Gruppo Invecchiamento Consapevole)

Il valore degli anni

Una raccolta di riflessioni sul tema dell'anzianità tratte dalle esperienze personali, e non solo, del cardinale Jorge Medina Estévez. Destinato ad ogni tipo di lettore, questo piccolo volume, ricorda come l'anzianità sia sinonimo di saggezza. Sono presenti diversi esempi di senilità tratti dall'Antico e dal Nuovo Testamento e dei suggerimenti rivolti alle persone che circondano l'anziano. Contiene inoltre una Lettera di Papa Francesco sul ruolo degli anziani, «trasmettitori alle nuove generazioni degli insegnamenti indispensabili per lo sviluppo della loro vita».

Il valore degli anni : per accogliere la vecchiaia nella propria vita / Jorge Medina Estévez ; con una lettera di Papa Francesco. Città del Vaticano : Libreria Editrice Vaticana, 2019

Prestare il libro

Sportivamente anziano: proposte motorie per la terza età

Il processo di senilizzazione della popolazione rappresenta uno dei problemi di maggiore rilevanza sociale ed antropologica del nostro tempo. Lo stereotipo che ha accompagnato il concetto di vecchiaia fino a qualche anno fa, l'aveva reso sinonimo di solitudine, malattia, inutilità. Finalmente, oggi, ci si è affrancati dal ruolo di "anziano sedentario" e l'attività motoria in terza età è sempre più diffusa. Questo testo nasce dall'esperienza diretta con gli anziani dell'Università libera itinerante della terza età di Urbino, U.I.S.P. di Jesi, case albergo, centri di animazione socio-culturali, ponendosi come guida per tutti coloro che lavorano o lavoreranno con questa fascia d'età. Strumento di riflessione sulle potenzialità di movimento del proprio corpo, questa nuova edizione si arrichisce di un capitolo dedicato alla sfera sessuale, per condurre l'anziano alla scoperta e riscoperta del proprio corpo a 360 gradi.

Sportivamente anziano: proposte motorie per la terza età / Ario Federici, Cristina Tonini Cardinali, Manuela Valentini. Fano : Aras Edizioni, 2019

Prestare il libro

Se vecchiaia significa dis-abilità

Dopo aver letto il libro Se vecchiaia significa dis-abilità. Per una pedagogia della maturità/senilità di Maria Concetta Rossiello ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci dovrà frenare dall’acquisto, anzi dovrà spingerci ad acquistare il libro in fretta per poter dire la nostra ed eventualmente smentire quanto commentato da altri, contribuendo ad arricchire più possibile i commenti e dare sempre più spunti di confronto al pubblico online.

Se vecchiaia significa dis-abilità : per una pedagogia della maturità/senilità / Maria Concetta Rossiello. Lecce : Pensa MultiMedia Editore s.r.l., 2019

Prestare il libro

Invecchiamo. È una cosa bella e auspicabile, ma nel contempo l’invecchiamento pone nuove sfide al sistema di sicurezza sociale. Il nostro modello di successo è stato sviluppato circa 70 anni fa, quando le condizioni quadro dell’invecchiamento erano diverse. Oggi dobbiamo chiederci se e come tale sistema possa sopravvivere anche in futuro. La continua trasformazione sociale mette sempre più sotto pressione i sistemi di sostegno pubblici e privati. Oltre all’invecchiamento demografico, anche le situazioni di vita individuali cambiano. I sistemi di aiuto per attuare il principio «ambulatoriale prima di stazionario» traballano.

Il reddito liberamente disponibile degli anziani in Svizzera : studio comparativo in funzione dei bisogni di assistenza e cure / Carlo Knöpfel, Johanna Leitner, Nora Meuli [und 1 weiterer]. Zürich : Age Stiftung, Novembre 2019

Disponibile online

Selezione del team della biblioteca

Presentiamo altri media nella nostra pagina consigli sui media.

Lavoratori in età avanzata

L’economia ha bisogno di personale qualifi - cato e le persone hanno bisogno di lavoro. La nostra società però invecchia e con essa anche i lavoratori qualificati: attualmente già un occupato su cinque ha superato i 55 anni. Nell’ultimo decennio il mercato del lavoro svizzero ha registrato un deciso incremento dei lavoratori senior. Ciò è da ricondurre da un lato all’invecchiamento della popolazione, dall’altro alla maggiore partecipazione al mercato del lavoro delle persone anziane, che lavorano più a lungo, a volte anche oltre l’età pensionabile.

Lavoratori in età avanzata / Personale qualificato Svizzera, Segretaria di Stato dell'economia SECO. Berna : Segretaria di Stato dell'economia SECO, 2017

Disponibile online

Delirium postoperatorio nel paziente geriatrico

L’ufficio sviluppo e ricerca infermieristica EOC si è poi preso a carico la tematica, elaborando e implementando all’interno di un gruppo interprofessionale e trasversale un concetto per la presa a carico del Delirium con l’obiettivo di rispondere alla domanda: “Qual è l’approccio migliore per minimizzare la complicanza di Delirium nei pazienti dell’ospedale acuto multisito EOC”?

Delirium postoperatorio nel paziente geriatrico : come affrontarlo? / Laura Steiner, Antonio Palermo, Luisa Ongaro [und 1 weiterer]

Krankenpflege / Soins infirmiers / Cure infermieristiche . - 112. anno, 9 (2019), pagine 87-89. - ISSN: 0253-0465

Ordinare l'articolo (a pagamento)

Care Design

Percepiamo in modo cosciente i nostri ambienti organizzati artificialmente solo quando qualcosa entra in crisi, si rompe o sembra essere fuori posto, di questo mi sono nuovamente resa conto quando inaspettatamente, a causa della malattia e della morte di mia madre, mi sono ritrovata immersa in un mondo a me sconosciuto. Involontariamente, in quanto famigliare e designer, mi sono ritrovata ad analizzare il mondo della morte da una prospettive di un mondo di vita concreta, sollevando quesiti al design e alla società. Da allora frequento le formazioni di cure palliative, ho fatto uno stage nel centro per cure palliative nello Stadtspital Waid e tramite Palliaviva ho potuto visitare a casa loro persone con gravi malattie croniche.

Care Design : allestire spazi palliativi al termine della vita / Bitten Stetter

Palliative-ch . - No 3 (2019), pagine 31-33. - ISSN: 1660-6426

Ordinare l'articolo (a pagamento)

Il mio capolavoro : la storia di [una truffa] un'amicizia

Il film diretto da Gastón Duprat, segue la storia di Arturo (Guillermo Francella) un gallerista d'arte dai modi ammaliatori, sofisticato e talvolta senza scrupoli, proprietario di una galleria nel centro di Buenos Aires, città che lo affascina. Renzo (Luis Brandoni) è un pittore scontroso, quasi selvaggio, ormai in forte declino, detesta il contatto umano ed è al limite dell'indigenza. Il gallerista e il pittore sono legati da un'antica amicizia, ma non hanno praticamente nulla in comune. Il fatto di avere mondi e idee diametralmente opposti genera tra i due forti tensioni e discussioni. Ma nonostante le differenze sono grandi amici. Il film racconta la storia di questa amicizia.

Il mio capolavoro : la storia di [una truffa] un'amicizia / un film di Gaston Duprat. Sound mirror, 2019

Prestare il libro          

Spiritualità e lavoro sociale

La Bottega del Possibile da molti anni svolge un lavoro educativo di grande rilievo, incentrato sulla formazione di operatori sociali, con particolare focus sull’importanza della casa come luogo di cura e di lenimento della sofferenza del vivere. Abbiamo chiesto al presidente della Bottega di presentare il significato di un recente corso, incentrato su una problematica che raramente troviamo nelle nostre occasioni di incontro, ma che riguarda tutti, indipendentemente dalle scelte individuali

Spiritualità e lavoro sociale / Salvatore Rao

Psicogeriatria . - Jg. 14, Heft 2 (Maggio/Agosto), Seite 46-49. - ISSN: 2611-8920

Disponibile online

Solitudine : sofferenza della persona e rispostedella collettività

Non esiste uno standard internazionale per la definizione di solitudine: spesso non si distinguono isolamento sociale, vivere da soli e solitudine (Asioli F. et al., 2017). Gli studi, le ricerche, le elaborazioni sul concetto di solitudine convergono nell’affermare la necessità di evidenziarne la complessità e gli intrecci, individuandone significati, sfumature, relazioni, e contestualizzando l’oggetto di studio, distinguendo l’aspetto oggettivo dall’aspetto soggettivo (condizione o sentimento?). Non pensiamo ad unica rappresentazione della solitudine, bensì alle molteplici solitudini, che incontriamo e sperimentiamo nella nostra ed altrui vita.

Solitudine : sofferenza della persona e rispostedella collettività / Giovanna Ferrandes, Luigi Ferrannini

Psicogeriatria . - Jg. 14, Heft 1 (Gennaio-Aprile), Seite 10-14. - ISSN: 2611-8920

Disponibile online

Il ‘perché’ della vita e il ‘come’

L’OMS, definendo le cure palliative, raccomanda di curare non solo gli aspetti fisici, psicologici e sociali della malattia terminale, ma anche quelli “spirituali”: ma tale cura non può essere solo religiosa, dato il numero, sempre più alto nella nostra società, di non credenti. Anch’essi hanno bisogno, vicini alla propria morte, di reputare la vita quale finis non solo come termine, ma anche nel senso di compimento, coronamento. In ciò la filosofia occidentale può svolgere un ruolo importante, sia evidenziando questo bisogno di definire il perché e il come del nostro vivere.

Il ‘perché’ della vita e il ‘come’: filosofia e cure palliative / Linda Napolitano

Psicogeriatria . - Jg. 14, Heft 2 (Maggio/Agosto), Seite 77-81. - ISSN: 2611-8920

Disponibile online

La communicazione interpersonale nelle cure palliative

Le cure palliative sonso un ambito della pratica sanitaria particolarmente impegnativo per la comunicazione. Nel palliativo, infatti, la natura della malattia porta pazienti e curanti a confrontarsi in modo più diretto con l’idea della morte, della caducità della vita e dei suoi limiti di durata intrinsechi e inevitabili. La relazione curante-paziente si fa complessa e la comunicazione può diventare pesante, faticosa e onerosa dal punto di vista emotivo.

La communicazione interpersonale nelle cure palliative : comunicazione / Sara Rubinelli, Nicola Diviani

Palliative-ch . - No 3 (2019), pagine 6-8. - ISSN: 1660-6426

Ordinare l'articolo (a pagamento)

Cercate i nuovi titoli per area tematica

Panoramica

È possibile richiedere i titoli desiderati nel catalogo online o direttamente in biblioteca. I libri e i media audiovisivi sono disponibili per il prestito, mentre per gli articoli delle riviste provvederemo a farvi delle fotocopie.

Contattateci

«La biblioteca di Pro Senectute offre un amplia gamma di letture su temi diversi legati all’anzianità. Da parte nostra, invitiamo sempre il personale a visitare il sito della biblioteca, visto che ci sono anche ottimi consigli di lettura, con una selezione regolare di libri in italiano scelti dalla psicologa e professoressa SUPSI Rita Pezzati.»

Laura Tarchini, responsabile communicazione, Pro Senectute Ticino e Moesano